Monte Bodoira

Il Rifugio Gardetta apre anche in inverno, a Capodanno, a Pasqua
o in appuntamenti speciali che verranno segnalati sul sito.

Per altre date, possibili aperture straordinarie per gruppi di scialpinisti e racchette da neve.

L'apertura del Rifugio resta vincolata alle condizioni di sicurezza nivo-metereologiche.
Eventuali cambiamenti saranno tempestivamente comunicati a tutti i partecipanti.

Per informazioni, contattare i gestori: 
tel.348.2380158 – 348.6626016 – 
rifugio.gardetta@yahoo.it


Per Capodanno 2018 il Rifugio sarà aperto il 30-31 dicembre e 1 gennaio

Prima di telefonare leggete attentamente come si raggiunge il Rifugio in inverno:
vi attenderanno 3-4 ore di escursione con scialpinismo o racchette da neve prima di arrivare!
I tempi si intendono per escursionisti mediamente allenati ad affrontare dislivelli di 1000m.




Come si raggiunge il rifugio in inverno

Ricordiamo a tutti coloro che vogliano raggiungere il Rifugio della Gardetta in inverno che per le condizioni climatiche e le difficoltà tecniche è necessario un buon allenamento fisico, conoscenza dell'ambiente alpino e spirito di adattamento alla fatica e al freddo.

Il Rifugio, che si trova a 2335m di altezza, è raggiungibile in inverno esclusivamente dal Vallone di Unerzio di Acceglio, con partenza da Chialvetta (1475m). Si consiglia l'utilizzo degli scialpinismo (3 ore) o racchette da neve (4 ore).

Il dislivello della salita da affrontare a partire da Chialvetta (ultima borgata di Acceglio nel vallone di Unerzio raggiungibile con l'automobile) al Passo della Gardetta è di 1000m.
Nota bene, si indicano due orari: il primo per gli scialpinisti, il secondo per le racchette da neve.

Chialvetta di Acceglio
Borgata Chialvetta di Acceglio (Vallone di Unerzio): da qui inizia la salita con sci o racchette da neve ai piedi che vi porterà al Rifugio della Gardetta dopo 3-4 ore di marcia. 

Pratorotondo
Dopo 15-20 minuti si raggiunge la borgata Pratorotondo di Acceglio.

Viviere
Dopo 30-40 minuti arriverete a Viviere, dove potrete approfittare di uno spuntino, una birra o un caffè al Rifugio di Viviere, sempre aperto per gli escursionisti nelle vacanze di Natale e da fine gennaio ad aprile.

Vallone Unerzio
Salendo per la strada innevata nel vallone principale, si attraversa un bellissimo bosco di larici, ritrovando il ruscello e seguendo le indicazioni per la Gardetta.

Prato Ciorliero
Eccovi a metà della salita, a Prato Ciorliero con il suo caratteristico pilone (1 ora con gli sci, 1 ora e mezza con le racchette da neve). Da qui si consiglia di seguire le tracce di chi è passato prima di noi.

Salendo alla Gardetta in inverno
Ecco la salita che vi aspetta da Prato Ciorliero al Passo della Gardetta. (Foto Aurora Picco)

Passo Gardetta e Monte Oronaye
Da Prato Ciorliero mancano ancora 500 m di dislivello, da affrontare rimanendo al centro del vallone. Poco prima del Passo della Gardetta, si incontreranno dei bunker militari che ci indicheranno la vicinanza del colle.

Passo Gardetta e Rocca La Meja
Eccoci ai 2440m del Passo della Gardetta, dopo 2 ore e mezza di marcia con gli sci e 3 ore e mezza con le racchette da neve: il Rifugio Gardetta è quel puntino nero là in fondo in mezzo a tutto questo bianco abbagliante. Ancora una breve discesa e siete arrivati!

Rifugio Gardetta in inverno
Aprire il Rifugio in inverno comporta lavoro e sacrificio, visto che anche noi dobbiamo salire su con gli sci durante le aperture straordinarie. Due consigli: prima di arrivare prenotate, così sappiamo del vostro arrivo (importante anche per motivi di sicurezza), vi portiamo su il cibo e vi teniamo un posto per dormire! Inoltre avremo la possibilità di contattarvi in caso il meteo avverso sconsigli la salita al Rifugio della Gardetta.


Ecco dunque ancora i nostri contatti per le prenotazioni:

tel.348.2380158 – 348.6626016 – rifugio.gardetta@yahoo.it


Monte Cassorso
Rifugio della Gardetta, Monte Cassorso e Monviso Foto Daniela Sacco

Pasqua alla Gardetta
L'apertura del Rifugio resta vincolata alle condizioni nivo-metereologiche. 
Eventuali cambiamenti saranno tempestivamente comunicati a tutti i partecipanti.

Rifugio della Gardetta

Prima di telefonare leggete attentamente come si raggiunge il Rifugio in inverno:
vi attenderanno 3-4 ore di escursione prima di arrivare;
esclusivamente con scialpinismo o racchette da neve 
I tempi si intendono per escursionisti allenati ad affrontare dislivelli di 1000m.

Importante: leggi qui come si raggiunge il Rifugio in inverno (galleria fotografica)

In inverno 
Il Rifugio è aperto a Capodanno e a Pasqua  
(5-8 aprile 2018)

Possibilità di aperture straordinarie per gruppi numerosi.
Eventuali altre aperture straordinarie saranno indicate sul sito.

Ricordiamo che nel periodo invernale l'accesso al rifugio avviene solo con racchette da neve o sci d'alpinismo per persone esperte; normalmente si parte da Chialvetta nel Vallone di Unerzio ad Acceglio; solo se le condizioni neve e valanghe lo permettono si puo' salire anche dalla borgata Preit di Canosio. In entrambi i casi il dislivello da affrontare è di circa 1000m e bisogna calcolare almeno 3.30/4 ore per arrivare al rifugio. Ovviamente il tempo di percorrenza dipende dall'esperienza e dall'allenamento delle persone.
In inverno, il rifugio dispone di 48 posti in camerate da 20, 8 o 10 riscaldate. 
Le docce non si possono fare e il bagno è in comune.

Se gradite prenotare vi invitiamo a telefonarci al numero seguente: 
348.2380158 - 348.6626016 
oppure inviandoci una mail a: rifugio.gardetta@yahoo.it

Per i gruppi di più di 5 persone verrà richiesta una caparra di 15 euro a persona.

In ogni caso si dovranno rivalutare le condizioni meteo e valanghive qualche giorno prima: ci riserviamo il diritto di annullare l'evento se le condizioni meteo fossero avverse e pericolose.