Astronomia alla Gardetta

La volta celeste alla Gardetta
Lo spettacolo della volta celeste alla Gardetta, con le luci di una macchina per indicare la strada verso il rifugio.

Via Lattea
La Via Lattea vista dal Rifugio

La conca che ospita il Rifugio della Gardetta è circondata dalle montagne, pur lasciando ampie zone libere all'orizzonte per osservare le stelle.

Sembra quasi di ritrovarsi all'interno di una cupola, offrendoci uno scorcio del cielo notturno impareggiabile: le luci cittadine sono lontane, il silenzio è assoluto e nel nero cielo la fa da padrona la Via Lattea che sembra essere a portata di mano nelle incredibili notti d'estate a 2335 m di altezza.

Altro grande vantaggio, dovuto alla particolare posizione geografica, è che spesso le nubi temporalesche e le nebbie rimangono in fondo alla valle, non riuscendo a salire fin quassù dove si gode quasi sempre di un cielo terso.

L'Altopiano della Gardetta è considerato dagli esperti uno dei cieli più bui in Europa, dove gli appassionati astrofili si ritrovano per osservazioni con i telescopi, ma dove proprio tutti - adulti e piccini - possono godere dello spettacolo di una notte stellata in compagnia dei nostri esperti!

Da giugno a settembre siete tutti invitati alle serate astronomiche organizzate dal Rifugio per catturare le stelle cadenti, osservare i pianeti e gli oggetti del cielo profondo con i telescopi, godere della bellezza della Via Lattea in alta quota e imparare a riconoscere le costellazioni del cielo estivo. Un'esperienza davvero unica per vivere la magia di una notte in montagna.


Possibilità di organizzare serate astronomiche per gruppi telefonando al 349.7328556 (Accompagnatore naturalistico Enrico Collo) o contattandoci in Rifugio.

Stelle alla GardettaStelle alla Gardetta



Rifugio Gardetta in inverno
Una notte stellata al Rifugio della Gardetta in inverno


Godetevi a tutto schermo una notte stellata dal Rifugio.

La notte delle stelle cadenti è un appuntamento classico al Rifugio!




Di seguito riportiamo due fotografie del cielo profondo scattate sull'Altopiano della Gardetta dall'astrofilo Leonardo Orazi:

Deneb
DENEB – La coda del Cigno - DENEB o Alpha Cigny è una delle più grandi stelle della nostra Galassia, una stella supergigante di classe A (A2) . Il nome "DENEB" in arabo significa "Coda" ed è infatti la stella prima della constellazione del Cigno e ne rappresenta la Coda. La costellazione del Cigno è rappresentata come una figura che si vede volare verso sud lungo la rotta della ViaLattea. Deneb è una stella di prima magnitudine (1.25) ed è luminosissima, la 19à in ordine di luminosità nei nostri cieli.
VdB152
VdB152 in campo profondo - Descritta come una cortina polverosa o come apparizione spettrale, la misteriosa nebulosa a riflessione VdB152 è davvero molto debole. Questo fantasma cosmico si trova alla distanza di circa 1400 anni luce. Viene catalogata anche come CED201 e si trova lungo il nord della Via Lattea, nella costellazione del Cefeo. Vicino al bordo di una grande nube molecolare e creata da sacche di polvere che ostruiscono la luce delle stelle di fondo e la dispersione della luce di una stella luminosa di fondo le dona il caratteristico colore blu. La luce ultravioletta della stella si pensa inoltre che doni anche il caratteristico colore rossastre delle polveri circostanti.
Leonardo Orazi è curatore del sito www.starkeeper.it : il rifugio ringrazia l'autore per la cortesia.
Sono previste serate astronomiche alla Gardetta? Controlla su www.naturaoccitana.it